Federico Gavazzi X75

NASCE X NO BRAND. ED IL VALORE E’ DENTRO IL PRODOTTO.

NASCE X NO BRAND. IL VALORE DEL PRODOTTO STA DENTRO IL PRODOTTO STESSO.

Non e’ una trovata pubblicitaria, ma ben alto e con un obiettivo ben chiaro. L’affezione al brand specialmente nei momenti di crisi cresce, ma e’ vero anche che l’impoverimento dovuto al covid, ha portato molte persone a valutare diversamente i prodotti che acquistano.

X No Brand non si pone in contrasto con l’attuale psicologia del consumatore, ne tanto meno vuole cambiare le regole del gioco, anzi vuole arricchire l’offerta.

LE IDEE E LE ORIGINI

Molte volte mi sono chiesto cosa acquistassi, e per darti risposte sensate devi conoscere abbastanza bene il settore, il marketing, le materie prime, e i processi di produzione.

Nella mia testa, questo processo e’ iniziato si da bambino, quando controllavo il costo del salumi in costo all’ettogrammo o al kilogrammo. Dopo con cura valutavo la locazione della produzione, evenutali plus a livello di comunicazione che solitamente le aziende evidenziano, e per ultimo ma non meno importante le calorie e la loro provenienza, non che’ la percentuale di grassi, carboidrati, proteine, eventuali sali, e le molecole usate per la conservazione.

Da li in poi per ogni cosa che acquisto, almeno che non abbia fretta, oltre al brand che mi da sicurezza, sia per controlli che per avvocati, non mai smesso di effettuare lo stesso procedimento, lo stesso sistema di controllo, su quasi tutti gli acquisti, dall’alimentari, ai computer, all’alta tecnologia, e anche le location per le vacanze.

NO BRAND NASCE CON QUESTO SPIRITO: IL CONTENUTO DEL PRODOTTO NE DETERMINA IL VALORE.

Mi sono dedicato in questi anno (oltre che agli studi di lavoro), all’acustica, con vari tipi di poliuretano miscelato con nanoparticelle shaped a celle aperte, alla fusione dei metalli e composizione di leghe per vari devices, a purificatori d’aria basati su ioni negativi, uso e test di nanoparticelle. Fusione di polveri (da 100 micron a 40 nm) di metalli su strutture non predisposte alle alte temperature. Pittura con tecniche, materiali e colori non convenzionali, come ad esempio il colore del rame… uso rame in micropolveri o nanopolveri… non e’ un colore, e’ materia. Potrei continuare con il nero/grigio ottenuto dal nickel o colori molto accesi isolati da micro-ceramiche. Uso di micro campi magnetici per accelerare i processi di catalizzazione, e induzione della temperatura.

NON MI FERMO IN SUPERFICIE, VOGLIO CAPIRE CONCEPT E PROCESSI DA 0.

Non sono uno che si ferma alla superficie, voglio capire, voglio capire i processi e la fisica che li descrive, manipolarli, sperimentare, e infine produrre.

Tutte le esperienze in questi e molti altri settori, sono inclusi dentro i prodotto X No Brand. In alcuni casi chiamarli prodotti puo’ sembrare per alcuni critici e sapienti sminuitivo, ed invece no… anche i miei quadri respirano oltre che l’immaginazione, la creativita’ anche le tecnologie. Non sono mai solo opere del mio ingegno, ma racchiudono sempre qualche particolare inedito, qualche sperimentazione andata bene, che vuole e deve essere replicata ad uso quotidiano.

Stesso discorso per i tessuti, ho ottenuto nanoparticelle impermiabilizzanti in soluzione, e altre che incrementavano la resistenza dei filamenti in modo seminaturale, o comunque testati sulla pelle, con risultati molto efficienti. Nel campo dell’illuminazione ho testato led di nuova generazione, e le lampade prodotte emettono luce secondo necessita’, basate sulla conoscenza dell’algoritmo Montecarlo applicato alla luce virtuale di global illumination.

X NO BRAND - GAVAZZI

X NO BRAND E' UN MONDO. IL MIO.

X No Brand e’ un mondo. Per il momento il mio, anche perche’ solo cosi riesco a garantire che il valore stia dentro il prodotto e non fuori.

VAI AL SITO

XNOBRAND

 

 

TERMS USED IN THE ARTICLE

  • AMP (Accelerated Mobile Pages): official website of the open source project developed by Google that allows users to improve the mobile experience.
  • Schema.org: specific vocabulary of tags or microdata that facilitate the understanding of a web page by search engines.
  • Search Intents: reason why a user performs a search. The intent is commonly classified in navigational, informative and transactional and helps to understand the informative question to which the web page must answer.
  • Crawlers: also referred to as web crawlers, spiders or robots, they are computer programs developed to visit websites, read their contents and codify words / terms that can best describe them.
  • Long Tail: expression coined by Chris Anderson in an October 2004 article in Wired Magazine describing an economic and commercial model.
  • Keyword Planning Tool: The Google Ads Keyword Planning Tool is a search tool that allows you to find the most suitable target keywords for display ads, the search network, videos and app. app
  • ScreamingFrog: desktop SEO tool (PC or Mac) that scans links, images, CSS, scripts and apps from websites.
  • HTML: Abbreviation of HyperText Markup Language, a language used for describing web page documents. Indicates the basic elements of the web pages, including the text of the documents and any hypertext links and embedded images
  • SERP: Search Engine Result Page abbreviation or search results page provided by a search engine, such as Google or Bing.↲
  • Markers hX title: HTML tags that communicate the organization of the content of a page.↲
  • Find out how you stack up to new industry benchmarks for mobile page speed: Think With Google – Daniel An Google Global Product Lead, Mobile Web.
  • Using site speed in web search ranking: Google Webmaster Central Blog.↲
  • PageSpeed: PageSpeed ​​Insights analyzes the contents of a web page and generates suggestions to make it faster.↲
  • WebPageTest: free speed tests available from all over the world. The tool uses real browsers and connection speeds and provides detailed optimization recommendations
  • Rolling out mobile-first indexing: Google Webmaster Central Blog – March 26, 2018.↲
  • Mobile Optimization Test: tool that allows you to check the ease of use of your page on mobile devices
  • BuzzSumo: platform for content marketing and SEO agencies to discover engaging content and opportunities for outreach
  • KPI or Key Performance Indicators: indicators that allow measuring the performance of a specific activity or process, such as an SEO campaign
  • Google Search Console: Search Console provides reports on which you can perform actions, tools and resources for learning, designed to bring your content to Google Search.
  • Google Analytics: Google Analytics allows you to measure sales, conversions and user behavior on your website
[bibblio style="bib--default bib--box-5 bib--font-arial bib--size-16 bib--hover bib--wide bib--site-show bib--image-middle bib__module" query_string_params="e30=" recommendation_type="optimised"]